L’OMS contro i danni associati ai farmaci

Le azioni pianificate per ridurre gli errori correlati alla terapia farmacologica

L’Organizzazione Mondiale della Sanità entra in campo per combattere contro i danni associati alla terapia farmacologica.

Si tratta della terza campagna globale lanciata dall’OMS; se la campagna lanciata nel 2005 riguardava la lotta per la prevenzione e il controllo delle infezioni (Clean Care is Safer Care) e nel 2008 la sicurezza in sala operatoria (Safe Surgery Saves Lives), il titolo della nuova campagna è indicativo “Global Patient Safety Challenge on Medication Safety”.

L’obiettivo è dimezzare in cinque anni gli errori correlati alla terapia farmacologica e i conseguenti danni per la popolazione.

Conseguenze e cause degli errori

Gli errori correlati alla terapia medica sono infatti responsabili di almeno un caso di morte al giorno e affliggono approssimativamente 1.3 milioni di persone all’anno nei soli Stati Uniti. Si stima che gli errori nella terapia farmacologica causino almeno 42 miliardi di dollari di costi e circa l’1% del costo sanitario complessivo.

La causa degli errori nella terapia farmacologica può essere, secondo l’OMS, dovuta a: fatica, sovraffollamento, mancanza di personale, scarsità del training e, infine, informazioni sbagliate che vengono date ai pazienti. Ognuna di queste motivazioni, da sola o in associazione, può influire sulla prescrizione o sull'assunzione o sul monitoraggio dei farmaci, il che può portare a gravi danni, disabilità e anche morte.

Le azioni previste

Le azioni pianificate saranno focalizzate in 4 aree:

  • i pazienti e il pubblico;
  • i professionisti dell'assistenza sanitaria;
  • i farmaci come prodotto;
  • i sistemi e le pratiche della medicazione.

 

L’obiettivo ultimo è migliorare in ogni stadio del processo di uso di un farmaco, inclusi la prescrizione, la dispensazione, la somministrazione, il monitoraggio e l'uso.

Da notare che in Italia tre Raccomandazioni Ministeriali (la n. 7 del marzo 2008: Raccomandazione per la prevenzione della morte, coma o grave danno derivati da errori in terapia farmacologica, la n. 12 dell'agosto 2010: Raccomandazione per la prevenzione degli errori in terapia con farmaci “Look-Alike/Sound-Alike”, LASA e la n.17 del dicembre 2014: Raccomandazione per la riconciliazione della terapia farmacologica) sono già da tempo strumenti per prevenire gli eventi avversi dovuti ad errori terapeutici.

A titolo informativo, dall’1 Gennaio 2011 al 31 Dicembre 2015 sono arrivate al Ministero della Salute 1.971 segnalazioni inerenti a errori con i farmaci LASA, dai quali emerge che le maggiori criticità originano da errori di tipo “look alike” (confezioni simili, 1.071 segnalazioni), mentre più contenute sono le criticità relative al “sound alike” (nome commerciale simile, 244 segnalazioni).

Gli errori di tipo “look alike” sono originati principalmente dal caso “principio attivo diverso, azienda uguale”, con 825 segnalazioni riguardanti 56 coppie di farmaci; mentre la ricorrenza “principio attivo uguale, azienda uguale ma dosaggio diverso” origina invece 801 segnalazioni per 57 coppie di farmaci. 

Il ruolo del farmacista in questo contesto

Il farmacista in quest’ambito ha un ruolo professionale rilevante nel diminuire l’incidenza degli errori in terapia farmacologica grazie alla professionalità che mette in campo non solo nella dispensazione del farmaco ma anche attraverso un adeguato counseling agli utenti.

Fonti: Comunicato stampa OMS http://www.who.int/mediacentre/news/releases/2017/medication-related-errors/en/
WHO Global Patient Safety Challenge on Medication Safety http://www.who.int/patientsafety/medication-safety/en/

Raccomandazione Ministeriale numero 12 http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_675_allegato.pdf
Raccomandazione Ministeriale numero 12 http://www.salute.gov.it/imgs/c_17_pubblicazioni_1307_allegato.pdf
Raccomandazione Ministeriale numero 17 http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2354_allegato.pdf
Report ministeriale farmaci LASA 2011-2015 http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2502_allegato.pdf

14 June 2017


Approfondimento Legislazione e fiscalità

Senior Editor


Articoli correlati

Web Content Article